Erbe e frutti spontanei nelle Vallate dei Nebrodi

Pietro Ficarra, Stefania Scaccabarozzi – Buoni da mangiare. Erbe e frutti selvatici delle Vallate dei Nebrodi

Elenco delle principali specie spontanee alimentari delle Vallate dei Nebrodi

Fin dalla nascita di questo sito avevamo inserito un elenco delle più note specie alimentari spontanee che si possono trovare nelle vallate dei Nebrodi, con i loro nomi in dialetto locale. Lo avevamo fatto in attesa di completare un nostro lavoro presso un editore del territorio che ci aveva manifestato il suo convinto interesse. Nella primavera 2010 il lavoro è stato completato e consegnato, completo di testi e foto, ma l’editore si è mostrato a quel punto del tutto inaffidabile, dilatando il tempo della pubblicazione oltre ogni ragionevole tolleranza. Qualche altro editore nel frattempo ci ha fatto delle proposte per stamparlo a nostre spese, il che però non è nelle nostre abitudini né fa parte delle nostre aspirazioni. Una pubblicazione ci interessa in quanto può essere utile e non per arricchire curriculum già impegnativi.

Così nel 2011 abbiamo deciso di pubblicare sul sito e rendere liberamente scaricabile gran parte del lavoro, dato anche l’intento divulgativo della nostra fatica. La pubblicazione vuole però anche essere una sorta di invito ai siciliani di quest’area bellissima dell’Isola a conservare tra le pratiche alimentari odierne il tradizionale consumo alimentare di piante spontanee e, possibilmente, ad ampliarlo ad altre specie che sono presenti nell’area e che non rientrano magari nelle loro abitudini culinarie. Seppure in forma ridotta (senza immagini e ricette, con qualche parte limitata e in versione semiprotetta per opportune ragioni di copyright), il lavoro può tornare utile anche nostri visitatori dal momento che gran parte delle specie buone in cucina si possono anche raccogliiere nel resto della Penisola.

Permane naturalmente il nostro interesse alla pubblicazione cartacea, preferibilmente con editore siciliano o, meglio ancora, di area nebroidea, e con il sostegno di istituzioni che dovrebbero avere nella loro missione anche la promozione della cultura del territorio. Ma questi non costituiscono necessariamente titoli preferenziali. Chi è interessato può contattarci in ogni momento, ma naturalmente vale la tradizionale puntualizzazione di ogni annuncio: astenersi no seri e perditempo. Come l’editore che ci è capitato sfortunatamente di incontrare.