Chi siamo

Press kit

Questo sito è nato all’inizio del 2009 perché quello che era poco più che un passatempo era diventato in breve un interesse comune e, come spesso avviene, l’interesse ci aveva preso la mano ed aveva cominciato ad avere le sue esigenze, a cominciare da un impegno più costante e dalla necessità di prestare una diversa attenzione alle cose che si dicevano o si facevano. Non ci bastavano più gli spazi dedicati al tema delle piante spontanee da usare in cucina sui siti personali e allora ne abbiamo creato uno dedicato nello specifico alla cultura alimentare riferita a questo ambito molto particolare. Così da quando abbiamo dato via al sito, anche il nostro tempo libero è diventato un’altra cosa, anche poca cosa, ma è rimasta la passione e questo è ciò che più importa.
La modestia è sempre una virtù necessaria, specialmente quando si dà vita a un sito come questo, che per vari motivi è sempre in progress. Quando ci si avventura in un ambito pressoché illimitato come quello di cui trattiamo in queste pagine, essa diventa anche un vero e proprio dovere e va associata alla prudenza: entrambe le virtù, se possibile, ancora più doverose per noi, che non abbiamo la formazione del naturalista né tanto meno del botanico in senso stretto. Niente curriculum comunque, già abbastanza impegnativi per altri versi! Abbiamo un mare di cose da imparare in questo campo e in un sito come questo basta qualche immagine o qualche eco di stampa, anche sbiadita. Gli amici ci conoscono e per gli altri visitatori non è poi così importante sapere chi c’è dietro queste pagine. Per i curiosi a ogni costo c’è invece a disposizione tutta la Rete.
Ci siamo avventurati ogni giorno su un terreno per noi sostanzialmente inesplorato senza il supporto di molti di quegli strumenti che ci sarebbero stati preziosi alleati, parte dei quali abbiamo potuto però costruirci strada facendo. Del resto quello botanico non voleva essere il principale approccio del sito, dato che, per esperienza e formazione, oltre che per interesse, avevamo altri strumenti che ci hanno aiutato e ci aiutano ogni giorno. Proviamo sempre a fare del nostro meglio, tenuto conto di quanto ci consentono di fare un po’ di tempo libero dall’attività lavorativa principale e un pizzico di entusiasmo, ingrediente sempre fondamentale, anche in cucina.
Diversi saranno i motivi e le strade per le quali siete arrivati sulle nostre pagine, ma potete subito notare che privilegiamo gli aspetti culinari e gastronomici. Del resto il sito lo abbiamo chiamato proprio piantespontaneeincucina.info – così anche il marchio che abbiamo registrato nel 2014 – ed è la gola, lo confessiamo, il vizio cui non riusciamo a sottrarci. Essa è perfino più forte della curiosità e dell’interesse per gli usi degli altri e per il passato che ci hanno mosso alla creazione del sito.
Per il resto la formazione umanistica e storica indirizzata al territorio, all’ambiente e alla cultura, ci aiuta a percorrere anche altre strade che non siano solo quelle gastronomiche. Alcuni non hanno mancato di dirci che vogliamo occuparci di cose morte, cose di una società contadina che non esisterebbe più. Forse costoro non sbagliano del tutto se considerano come cose morte i residui e le reliquie del passato. Ci accorgiamo però ogni giorno che questi residui – solo all’apparenza invisibili o inutili – sono anche in costante trasformazione e che l’utilizzo alimentare delle piante spontanee si adatta a un mondo che cambia in continuazione, e quindi a nuove esigenze e a nuovi bisogni, anche di senso. E quindi raccogliere e consumare piante spontanee diventa anche oggetto di considerazioni sociologiche, economiche, antropologiche, considerazioni che meritano le cose vive.
Però il presente, con nuovi e interessanti approcci e tendenze, non è il solo tempo di questo sito. Qui e là in queste pagine non possiamo, né vogliamo, evitare di volgere lo sguardo all’indietro, quando è utile o è necessario. Del resto ogni volta che ci giriamo indietro è già storia, e camminiamo sempre, spesso inconsapevolmente, con il fardello dell’intera vicenda umana sulle spalle. Vale da quando eravamo raccoglitori, e vale per coloro che continuano a raccogliere dalla natura per vivere.
Naturalmente chi vuole approfondire o aiutarci nell’ampliare interessi e ricerche è più che benvenuto, e quindi può contattarci per saperne di più, anche su di noi. C’è più di un indirizzo per contattarci via posta elettronica, in modo “tradizionale”, senza blog o forum, perché non vogliamo rimanere schiavi di certi modi 2.0 e prenderci invece il tempo di pensare nelle relazioni con le persone. Dai social siamo già fuggiti un paio di anni fa, anche se non è detto che non ci ritorneremo, anche se in modo discreto. Mettendo prima famiglia e lavoro, al momento non possiamo che rinunciarvi per tenere attivo almeno questo sito!
Non smettiamo di considerare questa cosa importante e, soprattutto per noi, stimolante. Meglio ancora se riusciamo anche ad essere utili agli altri. E affidabili. Non avremmo più tempo di quanto già non ne impieghiamo per questo sito – siamo sempre in ritardo sulle intenzioni – e quindi non ci resta che prendercene cura.
Pietro Ficarra e Stefania Scaccabarozzi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *