Press kit

Crediamo di fare cosa utile per la stampa che si interessa a noi mettendo a disposizione in un kit le informazioni che ci riguardano e qualche immagine. È possibile utilizzare testi e foto di questa pagina liberamente senza problemi di copyright. Di volta in volta saranno aggiunte ulteriori informazioni relative ad attività, appuntamenti e iniziative particolari.

Il sito. Chi siamo
Questo sito è nato perché quello che era poco più che un passatempo è diventato un interesse comune e, come spesso avviene, l’interesse ci ha preso la mano e ha cominciato ad avere le sue esigenze. Ai componenti del piccolo staff che c’è dietro queste pagine – Pietro Ficarra e Stefania Scaccabarozzi in primo luogo – non bastavano più gli spazi dedicati al tema delle piante spontanee di uso alimentare sui siti personali e sono migrati su un sito dedicato a quella che in breve è diventata più che una passione.

La modestia è una virtù sempre necessaria. Quando si dà vita a un sito, soprattutto se del genere di quelli che sono sempre in costruzione, lo è ancora di più, e se ci si avventura in un ambito pressoché sconfinato essa diventa un vero e proprio dovere e va associata alla prudenza: entrambe le virtù, se possibile, ancora più doverose per il nostro staff.

Non abbiamo la formazione del naturalista né tanto meno del botanico in senso stretto – del resto non è questo l’approccio preminente del sito – e quindi ci affidiamo a quella che abbiamo: storica e umanistica, indirizzata alla cultura, al territorio e all’ambiente. Le nostre esperienze e competenze ci aiutano comunque non poco, insieme all’urgenza di impossessarci ogni giorno di nuove.

Il sito vuole trattare soprattutto di piante spontanee di uso alimentare ed esplorare, ma in misura marginale, anche qualche altro sentiero di etnobotanica. Gli ambiti di contatto con altre e numerose discipline sono quindi tanti. Proviamo a fare del nostro meglio, tenuto conto di quanto consentono un po’ di tempo libero e un pizzico di entusiasmo.

Nel sito occupano i posti di primo piano gli aspetti culinari e gastronomici. è la gola, il vizio cui non riusciamo a sottrarci. è perfino più forte di quell’intreccio fra curiosità e interesse per il passato e per gli usi degli altri che ci ha mosso alla creazione stessa del sito. Ma è quest’ultimo che ci invita a percorrere strade nuove, che non siano solo quelle gastronomiche.

I residui del passato – all’apparenza invisibili o inutili – sono in costante trasformazione e adattamento a nuove esigenze e sono anche tanti e tali da poter essere considerati come presenze imprescindibili della nostra vita quotidiana. E quindi tali da meritare la considerazione che meritano le cose vive (e qualche volta, per il poco tempo che abbiamo, anche il nostro studio).

Naturalmente il sito è aperto a chi vuole approfondire oltre i suoi contenuti e a chi vuole aiutarci nell’ampliare interessi e ricerche. C’è più di un indirizzo e-mail per contattarci via posta elettronica, in modo “tradizionale”, perché 2.0, anche se di indubbia utilità, non ci ha ancora sedotto del tutto e vogliamo prenderci, almeno in questo campo, il tempo di pensare ogni aggiornamento.

Consulenze e collaborazioni
L’attività economica e commerciale non è tra gli scopi del sito e tutti i servizi, compresi segnalazioni e download, sono gratuiti. Segnaliamo tuttavia che, all’occorrenza, vi sono diverse possibilità di fornire appropriate forme di collaborazione da parte di alcuni componenti dello staff per iniziative di vario genere inerenti al tema trattato e che qui elenchiamo. Consulenze e collaborazioni vengono offerte in forme individuali, occasionali e non, con l’aggiunta del riferimento al sito. Nel caso di collaborazioni più complesse i collaboratori operano in partnership con società commerciali o, se il caso lo richiede, occorre seguire un diverso iter che può essere meglio precisato dopo il primo contatto. Le principali attività (vedi pagina completa per approfondimenti) possono essere riassunte in:

    • Consulenze a realtà organizzate promotrici di pratiche ecosostenibili e di risparmio
    • Passeggiate per il riconoscimento delle principali specie spontanee della tradizione alimentare
    • Collaborazione e affiancamento per appuntamenti gastronomici a tema (per agriturismi, ristoratori, agenzie di promozione turistica, ecc.)
    • Workshop e seminari variamente strutturati sull’utilizzo delle piante spontanee in cucina
    • Corsi di varia durata sull’utilizzo delle piante spontanee in cucina (organizzati da associazioni, circoli o agenzie formative)
    • Collaborazione e affiancamento ai docenti per offerte formative scolastiche sul tema
    • Pubblicazioni e ricerche specifiche
    • Collaborazioni specialistiche per attività editoriali di riviste, editori, enti e istituzioni di tutela ambientale, enti e istituzioni di promozione del territorio o delle tradizioni gastronomiche locali
    • Collaborazioni specialistiche con le istituzioni della cultura (ecomusei, musei etno-antropologici, ecc.)
    • Collaborazioni specialistiche con scuole e corsi di cucina
    • Enti e istituzioni interessate alla promozione e alla programmazione culturale nel territorio
    • Aziende agricole e agrituristiche desiderose di sperimentare nuove linee di produzione
Pietro e Stefania

Pietro Ficarra e Stefania Scaccabarozzi

 

Qualche altra immagine